Tra passato e futuro, l’evoluzione della valigia

Il bagaglio, l’insieme di ciò che si porta in viaggio, da sempre varia in funzione di diversi fattori: lo scopo e la durata dello spostamento, i mezzi di trasporto utilizzati, gli effetti personali da portare con sé; il bagaglio quindi rappresenta un importante testimone dell’epoca in cui si inserisce, capace di raccontarne alcuni aspetti legati allo stile ed allo spirito con cui si affronta il viaggio nei diversi periodi storici.

Andando agli albori del concetto di valigia ci si ritrova in epoca egizia quando “il viaggio” era quello per l’aldilà e, i più privilegiati, venivano sepolti con accanto pregiati bauli e cofanetti contenenti svariati oggetti d’uso quotidiano oltre che cosmetici e stoffe. Bauli e cofani in legno e bronzo furono adottati anche da Romani e Greci nel corso dei loro lunghi spostamenti marittimi e terrestri; lo stesso fecero i vichinghi nel Medioevo nelle loro scorribande per mare.  I pellegrini invece viaggiavano più leggeri: bisacce contenenti il minimo indispensabile per intraprendere il proprio cammino.
Grazie alla scoperta dell’America ed all’intensificarsi degli spostamenti anche transoceanici prima, ed all’avvento dei mezzi a vapore (navi e treni) poi, nel periodo dell’800 lo stile e le esigenze di viaggio introdussero un concetto di bagaglio più simile a quello odierno, pensato per periodi temporanei (anche se molto lunghi) e che non prevedeva una sorta di trasloco come nel secolo precedente, bensì un insieme di oggetti, abiti, documenti che potessero rendere più confortevole il viaggio: anche in quest’epoca ritroviamo i bauli abbinati stavolta alle cappelliere, contenitori considerati facilmente trasportabili in carrozza, nave o treno.

Il baule si è imposto per secoli come principale contenitore da viaggio finché l’avvento di nuovi mezzi di trasporto, come l’aeroplano e l’automobile, hanno reso i viaggi più facili, veloci e soprattutto brevi. Da qui nasce il concetto moderno di valigia, declinata in tutte le possibili varianti: dalle valigie piccole, medie, grandi, molto grandi, 24 ore, zaini, borsoni agli accessori da viaggio must come i beauty case ed a quelli per esigenze particolari come ad esempio i porta abiti, porta scarpe e porta biancheria.

Noi sosteniamo che, se volessimo fare una previsione sulle future evoluzioni della valigia, sarebbe sufficiente chiedere a chi viaggia di frequente quali sono i limiti e i disagi che ci si trova ad affrontare con il proprio bagaglio.

Risolvere queste problematiche è la mission di OLIM che con il concept innovativo della valigia ideata intende dare a ciascuno il bagaglio di cui necessita in quel momento, liberandosi dallo scomodo bisogno di riempirsi gli armadi di borse, trolley o altri contenitori adatti ciascuno solo ad un esigenza specifica.

Come è possibile?
Grazie ad un articolo da viaggio smart, versatile, capace di adattarsi di volta in volta alla situazione del momento.

Vi abbiamo incuriosito? Tornate presto a trovarci per altre novità!